Itinerari di tufo

Posted on 23 gennaio 2014

Il territorio della Puglia imperiale si estende lungo una superficie che va dal mar Adriatico alla Basilicata passando per la zona pianeggiante della città di Bari. L’altezza di questo territorio varia fra i novanta e i seicento metri sopra il livello del mare. La zona più alta è quella che riguarda la zona montuosa delle Murge, un altopiano la cui altezza raggiunge quasi i seicento metri.

Murge: un territorio di tufo e pietra di Trani

Partendo proprio dall’altopiano delle Murge, l’altezza delle colline si riduce via via che i rilievi si avvicinano in prossimità del mare, punto in cui la massima altezza delle colline è di circa novanta metri. L’altopiano delle Murge, un luogo di bellissimi paesaggi unici in Italia, non è costituito solo da un territorio collinare, ma alterna queste pendenze piuttosto alte a zone in cui i rilievi si abbassano fino a diventare quasi pianeggianti. In particolare, questo avviene in prossimità del fiume Ofanto. Questo territorio, inoltre, è costituito da rocce calcaree che sono presenti nella zona collinare di Bari (le murge) e nel territorio di Gravina. Qui, in realtà, le rocce calcaree sono di tufo, la tipica pietra bianca con con cui sono costruite anche le case tipiche delle località marine affacciate sull’Adriatico.

Murge: un territorio scavato dalle piogge

La pietra di Tufo, assieme alla tipica pietra di Trani, rappresenta uno dei materiali tipici della Puglia la cui lavorazione da sempre rappresenta il punto di forza anche dell’industria di questa regione. Il territorio delle Murge, tuttavia, da sempre è colpito da un grande fenomeno di carsismo. Questo vuol dire che, nel corso dei secoli, a causa delle piogge insistenti le rocce delle colline si sono progressivamente erose e modellate secondo il volere delle intemperie naturali. Questi fenomeni hanno generato uno dei più grandi patrimoni della regione: le caverne sotterranee. Tuttavia, le meraviglie del carsismo non sono solo caverne ma anche gravine, voragini, puli, inghiottoi, fratture sono il prodotto di questo lungo e millenario lavoro di scavatura lavorata dalla pioggia.

Immagine: pixabay.com – TufoSimilar Posts:

Tags: , ,

Comments are closed.