Le spiagge più belle: bandiera blu di Legambiente

Posted on 16 febbraio 2012

LegambienteOgni anno, in Italia, Legambiente pubblica una classifica delle spiagge più belle d’Italia. Si tratta di una selezione elaborata in base a criteri precisi che vanno dalla pulizia della spiaggia alla trasparenza del mare passando per la percentuale di intervento artificiale realizzato dagli uomini sul territorio.

Il premio bandiera blu

Il premio bandiera blu è stato assegnato per la prima volta nel 1987, anno che da allora è considerato un po’ il simbolo di un rinnovato interesse nazionale ed europeo per la cura dell’ambiente e del territorio. Dal 1987, il premio bandiera blu è stato assegnato tutti gli anni anche se, da allora, i paesi coinvolti in questa iniziativa sono cambiati. All’inizio, infatti, il premio riguardava solo le coste italiane; in seguito, però, l’assegnazione di questo riconoscimento è stata estesa anche ad altri paesi europei fino ad interessare anche località che si trovano al di fuori della comunità. Oggi il premio bandiera blu rappresenta un riconoscimento importante che contribuisce alla promozione del turismo nelle località che riescono ad accaparrarsi questo riconoscimento. La classifica stilata da Legambiente include le spiagge ma anche le calette e le scogliere oltre che, in generale, tutte quelle località che sono considerate tra le più belle del belpaese. La selezione è realizzata tra quasi cinquecento comuni costieri fra cui ne vengono selezionati poco più di duecento. Si tratta di località che sono consigliate in vista delle vacanze estive e che, secondo gli esperti, sono in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi tipologia di turista.

Le spiagge bandiera blu in Italia

Lo scorso anno, Legambiente ha stabilito che la spiaggia più bella d’Italia si trova all’Isola del Giglio. Si tratta di Cala degli alberi che, da anni, è considerata un vero e proprio angolo di paradiso dell’isola. Sempre all’isola del Giglio, poi, ci sono altre due spiagge che hanno conquistato la bandierina blu: Cala Caldana e la Spiaggia dell’Arenella. Un omaggio importante, quello regalato da Legambiante all’isola del Giglio, che arriva proprio al momento opportuno per risollevare l’immagine di un’isola finita al centro dell’attenzione mediatica internazionale solo per vicende legate al naufragio del Concordia. Al secondo posto della classifica, invece, si piazza la località di Pollica nel salernitano che, da anni, conquista i primi posti della classifica. Sul terzo posto del podio, poi, c’è il lido di Riomaggiore che è una delle località più affascinanti delle cinqueterre. Al quarto e quinto posto della classifica di Legambiente si piazzano Capalbio, in provincia di Grosseto, e Nardò, splendida località del leccese. Quest’ultima si caratterizza per una spiaggia bellissima, Selvaggio, alla quale si può accedere solo a piedi. La passeggiata che porta su questa spiaggia, inoltre, regala a questa località ulteriore bellezza dal momento che lungo il percorso è possibile ammirare una flora ancora incontaminata. Al sesto posto della classifica di Legambiente si posiziona Castiglione della Pescaia, sempre in provincia di Grosseto. In questo caso, la bellezza della costa si sposa con la storia e la cultura di questo posto che guadagna una bandiera blu non solo per le cromature dei suoi fondali ma anche per il magnifico castello aragonese che si adagia sul promontorio.

Foto: yanlev – FotoliaSimilar Posts:

Tags: , ,

Comments are closed.